RIEMPIRE IL [VUOTO]: playlist degne di nota – Numero Quattro

Playlist in comode confezione da dieci. Da portare comodamente in qualsiasi posto. Musica buona, gentile: che ti tratta bene e poi improvvisamente ti urla nelle orecchie.

Un quarto appuntamento dalle sonorità un po’ atipiche, considerando i miei gusti musicali. Si prende il via con l’elettronica disturbata degli Squadra Omega, con la seconda parte del loro “Antiterra“, per scivolare successivamente nel mondo synth-etico di G. Nicotera (in feat. coi DEFLORE, mica cazzi) e la sua “Nataraja” (anteprima di “κάθαρσις” che uscirà a fine Gennaio del prossimo anno). Una scossa travolgente che continuerà a scuotervi anche nella successiva “Debacle” dei Norse, lasciandovi tramortiti a riprendere fiato nell’excerpt di “Holy The Abyss” di Golden Heir Sun, un lento cammino psych e dreamy prima di cedere alle atmosfere post-rock dei Zugabe (protagonisti dell’ultimo “La Difficile Scelta del Nome“) con “Around The Cliffs“: un brano che, pur non presentando distorsioni, dà il via ad un cammino distorto, in cui incontreremo Teich (“Still“) e Kavod (“Absolution“) per poi scivolare in cose più psichedeliche, come “First of a second split” degli Atom Made Earth e “Cornered” dei Tenebra.
Il finale, ambient, drone e noise è affidato al duo veneziano qqqØqqq con la loro “Eternal void in which the entirety of emptiness is summoned” (da “Burning Stones Of Consciousness” del 2017).

Detto questo, basta parole. Buon ascolto.


SE TI È PIACIUTO CIÒ CHE HAI LETTO, CONDIVIDI

Email Facebook Facebook messenger Tumblr Twitter WhatsApp Telegram Short link