Sedersi comodi sul trono dell’auto-ironia: QuattroChiacchiere con IL RE TARANTOLA

Anche se Vuoto spesso dichiara di non amare il cantautorato, ha sempre portato nel proprio cuore alcuni artisti che sì, si rifanno a questo genere, ma che lo boicottano con vagonate di bei testi o immergendo i propri brani in tutt’altre sonorità.
Il Re Tarantola, che leggerete qui di seguito, è un ottimo rappresentante del cantautorato atipico, un punk mancato armato di ironia, auto-ironia e una vena cazzara che non fa mai male.

– Partiamo con le domande originali: Come va nel regno del Re Tarantola, Sua Maestà?
Ciao!
Non va peggio che alle altre persone, neanche benissimo ovviamente, però non male ecco.
Oggi ho mal di gola e mi sento un po’ malato.
Per fortuna prima mi sono cucinato una pasta orribile e il sapore lo sentivo benissimo, quindi non dovrei avere il Covid.

– A giudicare dai titoli e dai testi delle tue creazioni mi piace immaginarti come un vero e proprio appassionato de La Settimana Enigmistica. C’ho preso? O è solo la mia ennesima fantasia?
No, facevo un po’ di parole crociate con gli utenti quando lavoravo in comunità per tenerli/ci un po’ allenati mentalmente, ma adesso lavoro a scuola e mettermi a fare le parole crociate in classe risulterebbe inappropriato.
A casa, l’unico gioco IMPERDIBILE che mi concedo è “L’eredità”.
Una mia ex-collega, quando sono andato via dalla comunità, mi ha anche regalato il gioco in scatola versione Carlo Conti (di cui allego foto), ma non l’ho mai usata perchè ha troppe carte e ha delle cartelle già usate, con sopra delle scritte della mia ex-collega o di qualche suo amico/a o parente.
Anche quando vengono i miei amici preferiamo vederla alla TV, abbiamo provato a tirar fuori qualche volta il gioco in scatola, ma niente, troppo complicato.
Certo, se fosse la versione di Fabrizio Frizzi ci impegneremmo a giocarci lo stesso.

– Quante sigarette fumi per ogni nuova canzone che scrivi?
Adesso mi sto impegnando a fumare molto poco, ma dato che ultimamente per scrivere una canzone ci metto un anno, mi sa che per ogni canzone ne fumo ancora parecchie.

– La domanda fondamentale è: tempo fa hai postato su facebook la tracklist del tuo prossimo disco e tra i diversi titoli spuntava “Vacanze Rumene” che mi ha fatto sorridere di gusto. Da dove prendi l’ispirazione per i titoli delle tue canzoni?
Ora non mi viene in mente, dipende canzone per canzone.
Però posso dirti che “Vacanze rumene” è una canzone vecchissima, penso d’aver fatto un demo su un mixer/registratore a cassetta verso il 2007, inascoltabile, solo per ri-ascoltarmi… comunque c’erano le prime 4 canzoni del Re tarantola ed una era questa, ma, per coincidenza, adesso sono in un periodo in cui sono super fissato con Vlad III l’impalatore di Valacchia (il principe a cui si è inspirato Bram stoker per il famoso vampiro) e Dracula, ho proprio letto delle biografie e ho guardato un sacco di film.
Il riassunto delle biografie è che… anche se ha inventato diversi metodi per impalare migliaia di persone che non lo sostenevano, facendole soffrire per il maggior tempo possibile, arrivando al punto di far uscire il palo dalla bocca delle sue vittime, infilzate come polli, ma ancora in vita, per farle mangiare vive dai corvi, che di solito cominciavano mangiando i loro occhi e proseguivano con il resto del corpo…
alla fine il tenero Vlad è ammirato da gran parte delle popolazione locale, come un condottiero giusto e difensore della patria.
Poi le carrozze arrivavano in orario.

– Rimanendo nel campo in cui ti collocano e che me pare ti stia abbondantemente stretto, quali cantautori ascolti in genere e senti di consigliare?
Cantautori non mi vengono in mente, a parte quelli vecchi, ma è inutile che mi metta a consigliare Tenco, De andrè, De gregori ecc.. che li conoscono tutti…
In realtà per me ci sono molti bravi cantautori nuovi, tanti sono cantautori-Rap, tipo quelli pubblicati dall’etichetta Undamento: Frah quintale, Dutch Nazari ecc.. ma non li nomino perchè sono tutti più giovani di me e sono invidioso.

– Quindi non si vive di solo cantautorato, e allora: altri gruppi fuori da questo genere che in questo momento ascolti più del solito?
Diciamo che in generale, non so se mi sto adeguando alla modernità, ma dopo anni che ascoltavo gli stessi dischi, mi sono dato alle playlist, perciò non mi fisso più tanto sul gruppo, quanto sulle canzoni che mi piacciono, anche vecchie che ho riscoperto.
Ad esempio in questo periodo sono fissato con “Tonight tonight” degli Smashing Pumpkins, o “Asleep” degli Smiths, o “I’ll take the rain” dei Rem, quindi forse sono un po’ triste.
Però a volte sto anche bene e per colpa del lockdown ho cominciato a fare cyclette e sono tornato ad ascoltare punk, perchè mi gasa e mi aiuta a fare gli scatti.
Altri must da cyclette in questo periodo sono i Beach Boys e Johnny Cash.
Poi ascolto molte colonne sonore perchè ultimamente avendo un po’ di tempo leggo o guardo molti più film e poi mi riascolto le musiche.
Ah, voglio che la gente sappia che mi piace Mozart, non so se fa fico o no, comunque mi fa stare molto meglio di Beethoven che fa musica troppo schizzata con troppe note.
Quindi Mozart vs Beethoven vince Mozart.
Beatles vs Rolling stones vincono i Beatles.

– Con chi ti piacerebbe fare un featuring? sapendo di poterti spingere nell’assurdo fin quanto vuoi.
Assolutamente con Jonathan Richman che canta in italiano tipo la sua canzone “In che mondo viviamo

– Visto che abbiamo cominciato a chiacchierare per questa intervista nel periodo sanremese: dalla quinta posizione alla prima, i personaggi che vorresti vedere al festival di Sanremo e, per ognuno di questi, il titolo della canzone con la quale hanno partecipato. Ovviamente puoi, devi?, inventare.
Vorrei vedere 5 puntate di 6 ore l’una con Orietta Berti feat. Erman Metal e i Naziskin.

Ritorno alle domande originali: Quali novità dobbiamo aspettarci dal tuo regno per il futuro?
Ci ho messo 2 lockdown per registrare 10 canzoni.
Adesso sto aspettando che si facciano un paio di collaborazioni, dopo di che farò il mastering dei pezzi e vedremo.

Comunque settimana scorsa mi hanno fatto la stessa domanda e non mi va di ripetermi, quindi se volete andate sulle mie pagine Facebook o Instagram e guardate lì ce c’è l’intervista a ROCKOL (posso fare pubblicità agli altri siti? Evvabbedai!)

Qui di nuovo invece posso dire che avevo detto per scherzare che, se fosse saltato anche quest’anno il concerto del primo maggio (avevo una data verso Vicenza già fissata questa estate, che ovviamente è saltata), avrei registrato “Bella Ciao” ed alla fine l’ho fatto veramente, quindi se tutto andrà come deve andare, il 25 aprile uscirà una mia versione di sopracitato canto popolare.
Grazie mille, ciao, cuori.

Se un po’ vi è venuta la curiosità riguardo Il Re Tarantola, recuperatevi l’articolo su “Scopri come ha fatto Il Re Tarantola a fare 50​.​000 euro in una settimana” e fate un giro sul suo bandcamp.

facebook » bandcamp » instagram

SE TI È PIACIUTO CIÒ CHE HAI LETTO, CONDIVIDI

email facebook fbmessenger tumblr twitter whatsapp telegram shortlink
VUOTO // contenitore da riempire con suoni degni di nota è una blogzine libera. 
Non c'è pubblicità e non ce ne sarà mai.
Non ci sono i classici gruppi che trovi altrove, qui si scava a fondo.